Cerca
venerdì, 30 ottobre 2020 ore 20:58
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS

All’ospedale Giglio la tac
più innovativa della Sicilia

Veloce negli esami cardiologici
Una Tac al cuore nel tempo di un solo battito, un esame total body in un secondo. È la nuova frontiera della tecnologia che arriva a Cefalù. L’innovativo tomografo computerizzato si chiama non a caso “Revolution CT”. La macchina, la prima in Sicilia di questa tipologia, è già operativa all’ospedale Giglio. Ed è stata presentata in un convegno sulle nuove frontiere nello screening cardiologico. La sua importanza diagnostica è fondamentale: riesce ad abbinare rapidità di scansione e una notevole riduzione della dose di radiazione erogate ai pazienti nel corso dell’esame.
“È un altro tassello nel percorso di rinnovamento tecnologico avviato dalla Fondazione nel 2018 - ha detto il presidente Giovanni Albano - che ci ha visto programmare, in quest’ultimo biennio, investimenti per almeno 15 milioni di euro”.
Il presidente Albano ha ricordato i primi risultati giunti a termine: i laboratori di emodinamica ed elettrofisiologia con un angiografo digitale top di gamma, la digitalizzazione dell’istituto, l’installazione del Ris-Pacs per gestire in radiologia il flusso dei dati legati al paziente, le colonne laparoscopiche per le sale operatorie e la colonna di endoscopia digestiva, la centrale di sterilizzazione, la totale sostituzione di tutti i ferri chirurgici, per la prima volta l’installazione all’interno del pronto soccorso di una tac dedicata sino all’attivazione di un laboratorio di biologia molecolare per l’analisi dei tamponi Covid-19.
Tutto questo sforzo di avanzamento tecnologico ha già prodotto un risultato di grande rilevanza. “La Revolution CT che ingloba la tecnologia più performante esistente - ha detto ancora Albano - ci consente di ampliare l’offerta sanitaria e di candidare il Giglio di Cefalù a centro di riferimento per le patologie cardiovascolari. Un progetto che stiamo già realizzando grazie alla collaborazione con Gianluca Pontone, specialista in cardiologia e radiodiagnostica e direttore del centro cardiologico Monzino di Milano. Metteremo a disposizione dei nostri pazienti un equipe multidisciplinare composta da radiologi e cardiologi”.
Si tratta di un processo fondamentale nella fase della prevenzione. “In questi casi - ha detto l’assessore regionale alla formazione, Robero Lagalla, ex rettore dell’università di Palermo - la tecnologia va associata alla formazione, frutto di avanzate conoscenze e di grande abilità. Il risultato è un basso tasso di invasività nell’esercizio diagnostico”. La macchina che sbarca in una struttura ospedaliera siciliana nasce, ha spiegato Gianluca Pontone, da una sperimentazione lunga 17 anni.
Tra i principali punti di forza della nuova tecnologia c’è l’ampia copertura anatomica che consente di acquisire immagini ad altissima risoluzione come cervello, cuore, fegato e pancreas nel tempo di una singola rotazione di 0,28 secondi con risultati clinici di alta qualità equiparabile a quella di visualizzazione al microscopio. La velocità del sistema fa inoltre sì che il personale clinico possa raccogliere informazioni relativa alla funzionalità degli organi e non soltanto alla loro anatomia. Una possibilità in grado di garantire, ad esempio, una completa valutazione del cervello in caso di ictus attraverso lo studio della perfusione cerebrale.
Per Tommaso Cipolla, responsabile dell’unità operativa di cardiologia del Giglio, la Revolution TC, grazie ad enormi miglioramenti tecnologici rispetto alle apparecchiature precedenti, “fornisce informazioni sull'albero coronarico non solo di tipo anatomico (ossia il grado di restringimento delle coronarie) ma anche di tipo funzionale (ossia se a una determinata stenosi corrisponde un'area di ischemia ed eventualmente la sua entità ed estensione) e in merito alle caratteristiche delle placche ateromasiche. Informazioni che, senza la Tac – ha aggiunto - è possibile ottenere solo mettendo insieme i dati di vari esami, anche invasivi”.
18.09.2020

Gli articoli in primo piano
CRONACA l Covid corre in Sicilia. Da Palermo a Ragusa c'è un nuovo picco dell'espansione pandemica con 984...
CRONACA Da martedì 3 novembre riapre il parco naturalistico e storico-archeologico della Rocca di Cefalù....
CRONACA Nelle campagne di Geraci Siculo è stato ritrovato il corpo carbonizzato di un uomo poi identificato...
CRONACA La Fondazione Giglio di Cefalù è stata scelta per guidare circa dieci, tra i centri neurologici...
CRONACA Continua lo sciame sismico nel Tirreno meridionale al largo della Sicilia. Questa mattina...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com