Cerca
mercoledì, 26 gennaio 2022 ore 5:21
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
DAL 2000 NON PAGA I TRIBUTI

Valtur lascia una voragine
nelle casse del Comune

Il disastro della Valtur apre una voragine nelle casse del comune di Pollina. Il gruppo che gestisce diversi villaggi turistici, dal 2011 in amministrazione straordinaria, non ha pagato l’Ici e la Tarsu sin dal 2000. Ha quindi evaso qualcosa come un milione e 116 mila euro. Sono soldi che rientrano nello stato di passività della società e sono, ammette lo stesso sindaco Magda Culotta, di difficile esazione. Il comune si è comunque insinuato nella procedura fallimentare. Di tutto si fa menzione in un passaggio del documento approvato durante la seduta aperta del consiglio comunale, che si è svolta davanti al villaggio di cui i commissari straordinari hanno deciso la chiusura.
A Finale c’è grande preoccupazione per il salasso che la mancata riapertura del villaggio comporterà all’economia del comprensorio. E anche all’amministrazione comunale che cercherà di recuperare i tributi evasi: è una cifra enorme per qualsiasi ente locale, a maggior ragione per un piccolo comune come quello di Pollina.
05.06.2013

Gli articoli in primo piano
CRONACA Il Comune di Cefalù è stato premiato dal Ministero per l’innovazione tecnologica e transizione...
CULTURA & SPETTACOLI Affidata all’associazione intestata all’archeologo Gaetano Messineo la gestione scientifica del...
CRONACA Stavolta Cefalù potrà avere collegamenti diretti con le isole Eolie, un servizio da tempo dismesso...
CRONACA Tre interventi del Soccorso alpino e speleologico siciliano, stazione di Palermo, a Piano Battaglia ...
CRONACA “Buongiorno Alessio, non ho mai dubitato della Tua grandezza che Tu confermi spesso, io avevo già...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy