Cerca
mercoledì, 01 febbraio 2023 ore 7:17
Diminuisci carattere Ingrandisci carattere Stampa Invia RSS
DUE AUTO SCHIACCIATE TRA UN COMPATTATORE E UN BUS

Cefalù, la strage in galleria
4 morti tra cui una bambina

Distrutta una famiglia di Patti
Quattro morti tra cui una bambina, una famiglia distrutta, in un terrificante incidente stradale sull’autostrada Palermo-Messina all’altezza di Cefalù. Vi sono anche tre feriti gravi. È accaduto intorno alle 15. Un autocompattatore è sbandato all’interno della galleria Battaglia e si è piazzato al centro della carreggiata. L’autista, Rosario Sucato di 26 anni che era di Misilmeri, è morto sul colpo. Sono sopraggiunte altre due auto, Peugeot 307 station wagon e una Renault Clio, che non sono riuscite a evitare l’impatto e si sono schiantate contro il grosso mezzo. Su di loro si è subito dopo abbattuto un pullman di linea. Un uomo, Guglielmo Di Maggio di 45 anni, la moglie Nunzia Natoli di 40 e la figlioletta Anna di 8 anni, che viaggiavano sulla station wagon, sono morti. Un altro figlioletto di 6 anni è l'unico superstite della famiglia: è stato ricoverato all'ospedale pediatrico Di Cristina di Palermo. Di Maggio, originario di Palermo, gestiva una macelleria a Patti.
Ad aggravare le conseguenze del primo impatto è stato nella seconda fase dell'incidente il pullman sopraggiunto. In un ammasso di corpi e di lamiere si sono contati quattro morti e i tre feriti, nessuno tra i passeggeri del pullman che anzi hanno cercato di portare i soccorsi prima dell’arrivo delle ambulanze del 118.
Gli altri due feriti gravi, oltre al bambino, sono una coppia che viaggiava sull'altro auto coinvolta nell'incidente. Si tratta di Amedeo Cattarinich di 75 anni e Rosa Insana di 74. Entrambi sono stati ricoverati nell'ospedale "San Raffaele Giglio" di Cefalù.
Da chiarire le cause che hanno fatto perdere all'autista il controllo dell'autocompattatore. Il mezzo della nettezza urbana ha sfiorato prima la parete di destra del tunnel quindi ha fatto un testa-coda e si è fermato in una posizione che di fatto ha ostruito completamente la carreggiata. L'impatto deve essere stato comunque molto violento perché l'uomo è morto sul colpo. E a catena lo schianto violentissimo delle due auto e del pullman.
Sull'autostrada, rimasta bloccata, si è formata una coda di oltre tre chilometri prima che la polizia stradale e i carabinieri deviassero il traffico sulla statale.
Il sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina, ha seguito tutte le operazioni da Gradisca di Isonzo, dove si trova per l'assemblea dei "borghi più belli d'Italia".
"Fatti come questo - ha detto - colpiscono profondamente - l'animo di tutti e di ciascuno. E ci inducono a riflettere sul tema della sicurezza stradale". Lapunzina chiederà, in memoria delle vittime, un minuto di silenzio all'inizio di tutte le manifestazioni che si svolgono nel fine settimana a Cefalù.
29.03.2014
Mariangela Miciotto

Gli articoli in primo piano
CRONACA L’ospedale Giglioùha attivato un nuovo ambulatorio multidisciplinare per la prevenzione, diagnosi...
SPORT La Targa Florio, edizione 107, svela le prime sorprese. La gara automobilistica più antica del...
CRONACA Il fascino del mare d’inverno, la bellezza del borgo e insieme luminarie, proiezioni...
CRONACA Confermata in appello la condanna a 30 anni per Loredana Graziano accusata di avere avvelenato il...
CRONACA Dodici incidenti, di cui quattro causati da “slittini pirata”. Primo fine settimana di intenso...
Cefalù
pubblicità
Per la tua pubblicità su laVoce web
pubblicita@lavoceweb.com - 339 1347769
LaVoceweb
Contatti: redazione@lavoceweb.com Direttore Responsabile: Franco Nicastro Copyrights 2008 © lavoceweb.com Privacy Policy